emporio occhiali factory outlet 01
centro commerciale le isole 01
Impiantistica 02
RVL Banner2
Impiantistica 02

Successo per Busto

Nel match contro Bergamo

(Da comunicato stampa)

Vittoria, da tre punti, non senza soffrire: la Unet e-work Busto Arsizio espugna il fortino del palazzetto di Bergamo e si conferma ai vertici del campionato, in terza posizione insieme a Scandicci e Monza. La formazione di Busto Arsizio ha subito in avvio l’aggressività del team di Giangrossi, sospinto dalle folate offensive di Lanier e Borgo(22 e 13 rispettivamente alla fine a tabellino) e da una difesa davvero importante. Meritatamente in vantaggio Bergamo ha però poi subito nel secondo set la voglia di riscossa della UYBA che con Mingardi e l’MVP Gray (25 a testa in totale) ha pareggiato i conti. Battaglia nel terzo game, grazie a una Bergamo super motivata e sostenuta da un pubblico davvero infuocato. Decisivo l’ace conclusivo della neo-entrata Ungureanu. A senso unico invece l’ultimo set, contrassegnato da un avvio incredibile delle farfalle che, con Stevanovic dai nove metri, hanno saputo mettere sul tabellone lo score di 10-0 a proprio favore: facile per la UYBA amministrare il vantaggio iniziale e chiudere i conti.

Grande festa infine con gli Amici delle Farfalle accorsi in gran numero al palazzetto: la UYBA c’è e domenica aspetta Novara per il big match della 9a giornata.

Intanto mercoledì alla e-work arena è in programma il ritorno dei 16esimi di CEV Cup contro Gent.

Sala stampa:

Ungureanu: “E’ stata una partita dura, abbiamo dovuto lavorare parecchio perchè Bergamo ha avuto un gioco molto aggressivo e ha difeso tanto. Non è stato per nulla facile, a parte nell’ultimo set in cui loro sono un po’ calate. Secondo me si è deciso tutto sul finale del terzo parziale. Sono contenta di essere entrata proprio in quel frangente e di aver dato il mio contributo con l’ace conclusivo. Dobbiamo continuare così e vincere tutte le partite che mancano a finire il girone di andata”.

Musso: “Venire a Bergamo a vincere non è mai semplice: credo che la partita abbia rispecchiato quello che le due squadre possono fare, certo noi potevamo fare meglio a partire dalla battuta con la quale abbiamo rischiato poco e sbagliato tanto, soprattutto in avvio. E’ stata una gara intensa dove loro hanno difeso tanto e dove noi abbiamo trovato soluzioni diverse in attacco solo da metà del secondo. Il videocheck perso sul 22-23 del terzo poteva creare danni e invece la squadra è stata brava a rimanere in partita e chiudere, poi abbiamo premuto di più in tutti i fondamentali e questo ci ha dato più respiro”.

In pillole:

Musso parte con Poulter – Mingardi, Olivotto – Stevanovic, Gray – Bosetti, Zannoni libero, Giangrossi risponde con Di Iulio – Lanier, Ogoms – Schoelzel, Borgo – Loda, Faraone libero.

Nel primo set Borgo è scatenata in avvio (4-1), mentre la pipe di Lanier fa chiamare tempo a Musso (5-1). Borgo mura il 6-1, Lanier mette a segno l’ace del 7-1, Mingardi trova finalmente il cambiopalla del 7-2. Bosetti a muro e l’invasione orobica riportano la UYBA a -4 (8-4), Zannoni in bagher alza alla perfezione per Mingardi che da 1 fa 9-6. Mentre Lanier è stupenda in attacco per Bergamo, le farfalle coi servizi di Poulter e Gray ritornano attaccate (12-11). Borgo è astuta sottorete e fa volare ancora Bergamo (14-11), la UYBA deve sudare parecchio in difesa ma rimane speranzosa grazie al colpo di Bosetti (15-13 dentro Ungureanu). Schoelzel mura il 17-13 e Musso deve fermare ancora il gioco, poi Stevanovic attacca largo il 18-13; Gray trova cambiopalla (18-14), sui servizi di Ungureanu Stevanovic mura il 18-15, ancora la canadese passa da posto 4 (18-16 time-out Giangrossi). Sul 19-16 rientra Bosetti per Ungureanu, ma Loda pesca l’ace del 20-16; Gray e Mingardi non ci stanno (21-19), ma Lanier in pallonetto riallunga (23-19). L’errore dell’americana fa però chiamare ancora time-out alla sua panchina (23-21), ma l’errore al servizio di Olivotto regala il 25-21.

A tabellino: Lanier 7, Borgo 5, Gray 7, Mingardi 5.

Secondo set: Bergamo parte ancora meglio (Lanier 3-1), con la UYBA ancora troppo fallosa (6-3) e Loda cinica in attacco (7-3 time-out Musso). Olivotto,  Mingardi e Bosetti provano a suonare la carica (7-6), Stevanovic c’è (8-7), Poulter mura il pari 8. Sempre con il muro Stevanovic tiene vive le farfalle 10-10, Gray e Mingardi sorpassano per la prima volta le avversarie (11-12). Zannoni difende alla grande e Mingardi chiude il prezioso 13-15 e poco dopo in pallonetto fa chiamare tempo a Giangrossi (13-16). Gray allunga ancora (13-18), Olivotto passa dal centro (14-19), ma il set non è finito: Lanier fa chiamare tempo a Musso sul 16-19,  al rientro Cagnin firma l’ace del 17-19, Mingardi trova cambiopalla (17-20 dentro Ungureanu per Bosetti). La romena in pallonetto fa 18-21, Mingardi da posto 1 firma il 18-22, Gray salta alto per il 19-23; nel finale la UYBA amministra e chiude con Mingardi 20-25.

A tabellino: Lanier 7, Mingardi 9, Gray 5

Terzo set: la UYBA inizia concentrata e piazza subito lo 0-2 con Gray da posto 4; la canadese mette a segno anche l’ace dell’1-4, mentre per Bergamo è Borgo l’attaccante più incisiva al momento (4-5); Mingardi trova cambiopalla (4-6), Gray allunga in lungolinea (5-8), ma il muro di Schoelzel riporta sotto le padrone di casa (7-8). Mingardi delizia con la piazzata del 7-9 e con la bomba del 7-10, poi Loda risponde per le rime (8-10) e Bergamo torna a -1 anche grazie a qualche regalo bustocco (10-11 time-out Musso). Mingardi trova il fondamentale 10-12 e il seguente 11-13, mentre Loda regala il 12-14. Stevanovic risponde a Borgo per il 13-15, Gray non sbaglia da posto 4 (14-16); al termine di uno scambio spettacolare Lanier riacciuffa il pari (16-16) e l’errore di Olivotto concede il vantaggio a Bergamo (18-17 time-out Musso). Gray trova cambiopalla (18-18), Bosetti è scaltra sottorete per il 18-19, ancora Gray si fa notare con l’ace del 18-20 (time-out Bergamo). Bosetti mura in maniera impetuosa il 18-21, Mingardi a tutto braccio fa 19-22, poi attacca lungo ed è presto 21-22, l’invasione UYBA porta al 22-22. Mingardi non sbaglia il 22-23, Lanier risponde con potenza (23-23), Bergamo sbaglia al servizio (23-24), Ungureanu entra e fa ace (23-25).

A tabellino: Lanier 5, Gray 8, Mingardi 7

Quarto set: sui servizi di Stevanovic la UYBA parte forte e Giangrossi ferma subito il gioco (0-3), al rientro Gray passa ancora ed è 0-4; Stevanovic firma anche l’ace dello 0-5 e Bergamo (dentro Cagnin e Turlà) chiede ancora tempo, poi Gray da 4 fa 0-6, Mingardi chiude il lungo scambio che porta allo 0-7. Enright (dentro temporaneamente per Loda) spara lungo lo 0-8, Olivotto firma lo 0-9, Gray fa 0-10. Stevanovic sbaglia dai 9 metri e Bergamo si sblocca (1-10) ma il set è inevitabilmente segnato: Bosetti mura il 3-14, Olivotto mura il 3-15, mentre sul 6-17 entra Ungureanu per Mingardi. La UYBA amministra, fa entrare anche Monza in regia e chiude Bosetti (15-25).

Il tabellino

Volley Bergamo 1991 – Unet e-work Busto Arsizio 1-3 (25-21, 20-25, 23-25, 15-25)

Volley Bergamo 1991: Ohman, Ogoms 2, Enright, Di Iulio, Borgo 13, Cicola, Turlà, Schoelzel 6, Faraone (L), Lanier 22, Loda 6, Cagnin 6. All. Giangrossi, 2° Zanelli. Battute errate: 8, vincenti 4, muri: 5.

Unet e-work Busto Arsizio: Poulter 1, Battista, Olivotto 7, Monza, Bressan, Gray 25, Colombo ne, Mingardi 25, Zannoni (L), Stevanovic 9, Bosetti 7, Ungureanu 2, Herrera Blanco. All. Musso, 2° Gaviraghi. Battute errate: 13, vincenti 6, muri: 9.

Arbitri: Zanussi – Lot

Spettatori: 907 (100 da Busto Arsizio)

 

centro commerciale le isole 02