centro commerciale le isole 01
Trail run Vco
Sme 02
i libri di meg 01
emporio occhiali factory outlet 01
RVL Banner2
Impiantistica 02
Impiantistica 02

Tante società chiedono la sospensione definitiva dei campionati

Cresce il partito di chi vorrebbe il rompete le righe nel calcio

Sul gruppo whatsapp della Promozione Girone A, è emersa una proposta da discutere tra i presidenti ed i loro rappresentanti. Ci doveva essere un incontro domani sera, impossibile da tenere dopo le ulteriori restrizioni. E così delle istanze generali si sono fatti portavoce, tra gli altri, il presidente del Piedimulera Beniamino Tomola, il numero uno del Briga Piergiuseppe Ottone ed il patron del Bulè Bellinzago Luigi Blasi. ” Non ci sono le condizioni per andare avanti nei campionati dilettantistici: troppi rischi, troppe mancanze normative. Proporremo a tutte le società di arrivare ad una sorta di documento condiviso per chiedere l’annullamento dei campionati. Siamo in emergenza e la salute viene prima di tutto, anche del calcio- il sunto del pensiero dei dirigenti della Promozione. Iniziativa analoga è stata presa anche dai presidenti del campionato di Eccellenza girone A, con il numero uno dello Stresa, Marco Pozzo, che ha già scritto e parlato con lo stesso Mossino, che si è detto pronto a salvaguardare l’interesse delle società e dei loro tesserati. ” Cosa che per altro abbiamo sempre fatto, andando a prendere decisioni che a qualcuno in un primo momento sembrvaano immotivate e che oggi, con quello che sta succedendo, si confermano intelligenti- ha ribadito Mossino allo stesso Pozzo. Lo stop nelle zone rosse è fino al 3 aprile, con impossibilità di svolgere allenamenti: il che significa anche, per i giocatori, perdita della condizione atletica. Ulteriore tassello che si aggiunge ad un puzzle che si sta componendo e che oggettivamente dovrebbe portare ad una decisione sofferta, difficile e mai presa: quella di chiudere il calcio dilettantistico

Rvl 600 02